Didattica scuole

 

Progetto di laboratorio di Educazione Ambientale per bambini della scuola dell’infanzia/primaria

Questo progetto si rivolge ai bambini della scuola dell’infanzia e primaria

Già dalla scuola dell’infanzia si introduce l’attenzione verso il tema del comportamento eticamente orientato e rispettoso degli altri, dell’ambiente e della natura.

L’inizio della vita in comunità nella scuola dell’infanzia e più esplicitamente dell’educazione alla cittadinanza nella scuola primaria gettano le basi della consapevolezza dell’importanza del prendersi cura di se stessi e degli altri così come dell’ambiente in cui viviamo, nello sviluppo della legalità e di un’etica responsabile.

Parte importante di questo primo apprendimento è orientare il bambino verso  la consapevolezza del suo essere parte di una simbiosi con l’ambiente in cui vive, dalla quale deve nascere naturalmente il rispetto per esso in tutta la sua diversità e per tutti i suoi abitanti.

La metodologia più diretta per iniziare a sviluppare questa consapevolezza è sicuramente l’osservazione degli organismi viventi e i loro ambienti, i fenomeni naturali, con una particolare attenzione ai loro cambiamenti.

Il bambino deve poter riconoscere ed apprezzare le trasformazioni dell’ambiente che lo circonda, differenziare quelle che sono avvenute e che avvengono periodicamente per cause naturali da quelle avvenute per cause antropiche, fino a riconoscere o provare ad immaginare le relative conseguenze.

Entra qui in gioco anche il concetto di biodiversità, per il quale la variabilità spaziale e temporale è una caratteristica fondamentale dell’ambiente perché attraverso di essa si regolano le funzioni e gli equilibri di tutti gli ecosistemi.E’ importante che gli studenti comprendano e condividano che la tutela della biodiversità è un requisito fondamentale per la sopravvivenza umana e del pianeta ma non solo in termini strettamente naturalistici, bensì per lo stesso benessere dell’uomo, per promuovere più alti  livelli di qualità della vita umana.

L’educazione ambientale, quindi, con le sue molteplici declinazioni e sviluppi, in primis quello dello sviluppo sostenibile, deve iniziare dal fondare nei bambini dei valori di rispetto e consapevolezza, ai quali si collegheranno in futuro le capacità di agire, assumendosi la responsabilità delle proprie azioni.

In questo senso, per i bambini della scuola dell’infanzia e primaria l’educazione ambientale può trovare base favorevole in una particolare sfera dell’apprendimento alla quale potremmo riferirci col termine “educazione al sentire”, “in quanto per intervenire sull’ambiente è necessario stabilire un legame con esso anche da un punto di vista emotivo e dunque con le nostre parti più profonde”.

Da questo tipo di apprendimento si possono poi sviluppare  “ l’educazione del pensiero e quindi l’educazione alla comprensione profonda degli strumenti con cui risolvere i problemi ambientali e per individuare i canali e le modalità da attuare a riguardo.”  E “-educazione all’agire perché l’educazione per dirsi tale necessita di una ricaduta concreta e diretta, in termini di azione e di comportamento.”

Rif. Linee Guida Educazione allo sviluppo sostenibile 2014, Ministero dell’ambiente

 

La proposta didattica

Laboratorio di Educazione Ambientale

“L’uomo, i cavalli e l’ambiente: rispettiamo la natura “

Finalità e Metodologia

Il laboratorio propone ai bambini la conoscenza del cavallo, ponendo particolare accento sul suo modo di comunicare e sul suo rapporto con l’uomo, e la conoscenza dell’ambiente in cui vive e come questo si è modificato nel tempo per cause naturali o per mano dell’uomo.

 

Il laboratorio si sviluppa attraverso l’osservazione, la lezione frontale, l’esercitazione

con esperienze sensoriali e il gioco, per conoscere sia in teoria che sperimentare in pratica

il contatto e il rapporto con il cavallo e l’ambiente in cui vive.

La giornata si conclude con il battesimo della sella: i bambini, divisi in gruppi, hanno la possibilità di cavalcare un pony accompagnati dall’istruttore, e durante l’attesa di elaborare e riproporre in lavoretti manuali eseguiti con materiale di riciclo le sensazioni che li hanno accompagnati durante le attività svolte in precedenza.

 

Aree didattiche affrontate

Lo sviluppo più o meno approfondito di una particolare area sarà concordato con le insegnanti.

SCIENZE E GEOGRAFIA

La conoscenza scientifica trae origine diretta dalla conoscenza ambientale e ne rafforza la tutela.

Nel laboratorio si propone l’osservazione degli animali e dell’ambiente e l’interpretazione delle informazioni così acquisite come metodo di apprendimento (le caratteristiche fisiche dell’animale, i suoi cinque sensi comparati a quelli umani,, il riconoscimento in altri organismi viventi, in relazione con i loro ambienti, bisogni analoghi ai propri, le trasformazioni ambientali naturali e quelle ad opera dell’uomo e le conseguenze che ne derivano)

Il laboratorio propone la riflessione sulla consapevolezza del ruolo della comunità umana sulla Terra, del carattere finito delle risorse, nonché dell’ineguaglianza nell’accesso a esse; l’adozione di comportamenti e scelte personali ecologicamente sostenibili; il rispetto della biodiversità nei sistemi ambientali.

STORIA E TECNOLOGIA

Non può esserci progresso tecnologico che metta da parte il rispetto dell’ambiente: questo vale per le grandidecisioni politiche e industriali, come nelle scelte quotidiane dei cittadini.

Quest’area didattica si occupa degli interventi e delle trasformazioni che l’uomo opera nei confronti dell’ambienteper garantirsi la sopravvivenza e, più in generale, per la soddisfazione dei propri bisogni. L’insegnamento di una coscienza ambientale nei bambini e nei ragazzi deve essere finalizzata a promuovere forme di pensiero e atteggiamenti che preparino esostengano interventi trasformativi dell’ambiente circostante attraverso un uso consapevole e intelligente dellerisorse, nel rispetto di vincoli o limitazioni di vario genere: economiche, strumentali, conoscitive, dimensionali,sociali, temporali, etiche.

Nel laboratorio si possono affrontare temi specifici partendo dall’osservazione del paesaggio e dall’utilizzo del cavallo dei processi di trasformazione di risorse, produzione di beni e di consumodi energia, la comparazione con i metodi odierni e  il relativo impatto ambientale.

Scarica il programma di base

/userfiles/images/Didattica scuole/Programma_lab.pdf

Il prezzo della mezza giornata è di Euro 9,00
La giornata intera è di Euro 13,00 a ragazzo
Il pranzo viene considerato al sacco; per richieste diverse va concordato
Il progetto è da considerarsi di massima, l’Associazione è disponibile a variarlo in base alle diverse necessità.
I nostri istruttori sono disponibili a fare delle lezioni teoriche di preparazione alla giornata nelle scuole il costo è di 15,00 Euro a ora.
Tutti i nostri prezzi sono da considerarsi I.V.A. esclusa.
La struttura è dotata di un maneggio coperto di dimensione 25m x 45m, interamente chiuso; è quindi possibile svolgere le attività proposte in qualsiasi condizione climatica.

Informazioni

  • Wivaldi-D
  • Falstaff
  • Vittorio delle Lotte
  • Gasper Duvie
Aggiorna i contenuti
Vai alla galleria immagini